ARCHIPLANO

L' Archiblenda ha un motore di treno al molibdeno giuntato con cernierinicci corti a gomito buam tun tun buam tun tun buam buam tun tun la parte terminale è un ossoplente a legno dai pistoncini di vetro-brivido brasato striii striii striii diii striii sulla biella torsionata si cancangia un sensore biometalla fischiante prinpron prinpron prinpron
L'Archipicchio invece in blocco sta in collo allo scapicchio con due ferri avvitati alla camera di scoppio damdumdum damdumdum dumdum se lo scuoti il pulsante clanga perchè s'è rotto l'attormizzatore praclangclang praclangclang pran sul di dietro la vernice cade a spacchi ed il vento fa brillare i cacciacicci vac-chivac-chivac-vac Insieme fanno un Archiplano straordinario dalla linea turbolesta e perforante prahi calè prahi calè olè la tastiera dei comandi è a schermo liquido informale lucida di zarzo penta-biflettente digitale sgisà sgisà sat il portello meccanato rapido spantana e senza il minimo ronzio s'olìa nel mezzo tran tran tran
E l'Archiplano assemblato straordinario cascavola come un chirottero o una palla se in giù va digrignando appicca lo schedario sui capelli invece slitta con un grido di battaglia di ferraglia
E da ultimo inghiotte un razzo centenario
ruttando come un vero faccitalia
ruttando come rutta la plebaglia!

ACCIPICCHIA!

ACCIPICCHIA, CHE SGARGIANTE LA CREATURA VOLPARLANTE DI ARCHIPLANO! MEZZO UCCELLO ALLA DEPERO MEZZO DRONE LEONARDIANO. BLU E ROSSO ROMBA A TERRA, TWITTA IN CIELO COI VOLANTI FUTURISTI, CON LE MACCHINE CONIGLIE CHE FAN FIGLI. INFORNATE DI PAROLE, FILASTROCCHE PITTURATE, STRAMPALATE, NATE STRANE. ARCHIBLENDA! BIOMETALLA! TURBOLESTO, PERFORANTE COME BECCA, COME PICCHIA L'ARCHIPICCHIO DI ARCHIPLANO!

(Franco Canavesio 12 gennaio 2016)


giovedì 29 novembre 2012

CONFIDENZE DI UNA PERTURBAZIONE ATMOSFERICA


sono una piccola perturbazione
tutt'al più capace
di portarvi un acquazzone
o se proprio son tenace
un temporale
- in ogni caso, niente di speciale...
eppure a tutti piace
chiamarmi ciclone
con tanto di nome e cognome
e annunciarmi con disperazione
allarme allerta ansia e livello d'attenzione

perché lo fanno?
per invidia del clima tropicale?
per vezzo occidentale?

di questo passo fra un anno
di certo mi daranno
anche il codice fiscale!

io che già di mio
son sufficientemente perturbata
pure ancor di più
sono turbata
da questa nuova sindrome
d'identificazione,
dall'occhiuto allarmismo d'occasione
e penso alle sorelle
che m'hanno preceduto
senza avere avuto
battesimo di nome e di cognome
che inconsapevoli
si sono avvicendate e poi disperse
senza lasciare traccia di memoria
anonime tempeste
private di una storia
pazzesche nevicate
nelle feste pasquali
grandinate eccezionali
con chicchi di mostruosa pezzatura
mareggiate violente
con la gente che urlando di paura
cercava di placare la natura
con preghiere amuleti e putipù

povere sorelle tutte uguali
così belle
così antiche e lontane
trascorse senza nome negli annali!

ma anch'io ho le mie grane
se proprio devo dire

ora che ho nome e codice fiscale
un qualificato studio legale
mi ha scritto invitandomi a risarcire
tutti i danni che il mio breve passaggio
ha causato all'italico paesaggio
peraltro già di suo ben devastato

siamo giunti a un punto tale che anch'io
dovrò rivolgermi a un bravo avvocato

quindi alla fine
comunque la si metta
l'oblio e l'anonimato
sono di certo il minore dei mali
per noi poveri, miseri
                                      sfortunali!







Nessun commento:

Posta un commento